domenica 22 luglio 2018

Chiusura estiva

Prima della chiusura estiva ci siamo concessi una bellissima gita in bicicletta.
Ringraziamo tutti le persone che hanno partecipato al progetto e ci auguriamo di rivedervi dopo le ferie estive. Buone vacanze.




lunedì 2 luglio 2018

Si è concluso il progetto POI 2018

Festa finale e gita al parco a provare i mezzi riparati! Si è da poco concluso il progetto POI della Fondazione En.A.I.P. S. Zavatta. Ciclofficina è solo uno dei tanti laboratori presenti in questo progetto che tra i principali obbiettivi ha quello di realizzare una analisi e una valutazione delle competenze dei ragazzi al fine di rilevare la possibilità di sostenere un’opportunità lavorativa. Finito il percorso scolastico avere un impiego lavorativo è importante sotto molti aspetti per la persona.





mercoledì 21 marzo 2018

Le biciclette usate

Con l'inizio della primavera sempre più persone ci domandano “biciclette usate” 




Il nostro è un progetto educativo incentrato su temi come l'ecologia, l'integrazione, il riciclo/riuso e la formazione professionale e sociale dell'individuo. Il mezzo con cui questi temi vengono trasmessi e condivisi è il Lavoro, per questo preferiamo riparare le biciclette dei clienti invece di lavorare su biciclette nostre per poi doverle vendere, la persona che ti consegna la sua bicicletta in pessimo stato e la ritira funzionante, sicura e comoda ha una alta percezione del lavoro svolto dai meccanici, mentre spesso chi compra una nostra bicicletta vede solo una “bicicletta usata".

Le nostre biciclette non possono essere definite "usate", quasi sempre sono il frutto di un lungo e faticoso lavoro di recupero e riciclo, una operazione che non trova più spazio nelle logiche commerciali di oggi. 

Non possiamo neppure parlare di “restauro”, perché quasi sempre il restauro è incentrato sul valore economico e/o storico della bicicletta e per questa l’essere un mezzo di trasporto non è più la funzione principale.


Ma non è solo questo:


  • ·        Le nostre biciclette vengono consegnate solamente dopo essere state controllate, revisionate e provate più volte, per essere certi che ogni sua parte sia funzionante e sicura. 


Mentre una bicicletta “usata” acquistata da un privato (magari ferma da tanto tempo o utilizzata per anni senza mai sottoporla a manutenzione) molto probabilmente non sarà altrettanto affidabile e scorrevole, utilizzare un mezzo in cattive condizioni rende la pedalata meno piacevole, più faticosa e i guasti meccanici più frequenti.

  • ·        Le nostre biciclette vengono preparate a norma con il codice della strada, possiedono tutti i dispositivi di sicurezza obbligatori per legge: catarifrangenti bianchi anteriori, rossi posteriori, arancioni su ruote e pedali, luci e campanello.


Questa dotazione è il passaggio più dispendioso durante la realizzazione della bicicletta, le possibilità di recuperare/riciclare questi componenti da altri rottami sono molto rare e spesso dobbiamo acquistare del materiale nuovo, ma riteniamo fondamentale consegnare il mezzo a norma e il più sicuro possibile, in questo modo il nostro modo di lavorare si responsabilizza e la bicicletta consegnata non è un gioco di poco valore ma un vero mezzo di trasporto che si guadagna con tutti i diritti (e i doveri) il proprio spazio nella strada. Crediamo che essere disciplinati oggi in bicicletta eviterà che in futuro vengano rese obbligatorie revisioni, bolli, targhe, assicurazioni e tutte quelle cose che inevitabilmente rovinerebbero la libertà di cui ancora gode questo mezzo.

  • ·        Le nostre biciclette hanno un numero di telaio e sono correlate da un certificato di provenienza e un atto di vendita.

La frase che ci sentiamo dire più spesso è: Mi interessa solamente spendere il meno possibile perché tanto me le rubano tutte. Oppure: Cerco una bicicletta da spendere poco in così pessime condizioni da non essere attraente per i ladri.
I sondaggi dicono che in Italia il furto della bicicletta è uno dei maggiori disincentivi al sui utilizzo, nella nostra piccola esperienza ci sentiamo di aggiungere che il furto è uno dei principali motivi che spinge le persone a utilizzare biciclette in pessime condizioni, questo ha grosse ricadute sulla percezione comune che la vede come un mezzo scomodo/faticoso e soprattutto come mezzo pericoloso da utilizzare nel traffico.

Acquistare biciclette usate da sconosciuti senza richiedere dovute garanzie di provenienza è il miglior modo di incentivare il furto delle biciclette, chi ruba una bicicletta per fare soldi può venderla anche a prezzi molto bassi, per lui rimane comunque tutto guadagno e se vendendone una non arriva a una cifra sufficiente significa che il giorno dopo ne ruberà due o tre.
Lasciamo a voi ulteriori considerazioni a riguardo.



Ogni rottame e ogni singolo componente riciclato si porta dietro la sua storia, ma all’interno dell’officina, in questo ambiente così complesso fatto di tante persone diverse, questa storia si arricchisce, si mescola e alla fine nasce qualche cosa di nuovo.

Abbiamo biciclette usate?
Usate?! Direi di no, ma se vuoi abbiamo la tua nuova bicicletta.